Notizie
  • Presentato il nuovo logo CSAIn ciclismo
  • Nuova assicurazione in collaborazione con Lloyd e Axa
  • Registro CONI: valida fino al 30 giugno l’iscrizione anche senza attività sportiva e didattica
  • Il Consiglio CSAIn approva le nomine dei Giudici Unici territoriali
  • Luigi Fortuna rieletto Presidente per il prossimo quadriennio
  • CSAIn entra nel Forum del Terzo Settore
  • Alla Blu di Mare-Circolo Parasio il titolo di “Campione Regionale Csain cicloturismo a squadre”
  • Supplemento ciclismo ottobre
  • Seekom 2022 | Domenica 2 ottobre

1° prova di campionato provinciale CSAIn Bi / Vc / Can

Condividi

Domenica 29 maggio GP il Babi – il 1^ GP “il Babi” si disputa sul classico percorso del principato di Lucedio – Madonna delle Vigne, un anello di 16 Km rispolverato dal vulcanico Davide Morosino, deux ex machina dell’ASD Myg cycling team che, con la stretta collaborazione del comitato provinciale CSAIn ha ridato vita ad una gara molto blasonata negli anni passati.
Le abbondanti piogge della notte, il clima più autunnale che primaverile ed alcune concomitanze dell’ultimo minuto, hanno limitato i partecipanti che, comunque, hanno apprezzato sia il percorso che l’ottima organizzazione.
Prima partenza per M5 M6 M7 M8 e donne
Scaramucce con vari tentativi di fuga fin dal primo passaggio sempre rintuzzati e controllati dal gruppo dal quale si staccano, nel corso del terzo giro (dei 4 in programma) Michele Bausardo e Giancarlo Ferrero. I due si presentano appaiati dopo lo strappo ed a 100 m dal traguardo la volata è lanciata. Vince Ferrero (M5) con mezza bicicletta su Bausardo (M6). Gli altri arrivano tutti alla spicciolata.
Luciano Olmi vince tra gli M7, Domenico Succio, unico M8 alla partenza, si aggiudica il primato così come l’inossidabile ed eclettica Rosella Bazzarello tra le donne.
Termina gara uno ed è già tempo della partenza per i giovani.
Al primo passaggio, in testa alla gara si forma un gruppetto di una decina di unità che via via si staccheranno lasciando in testa Giancarlo Albiero, Marco Minniti e Stefano Luciani.
Tra i tre non c’è volata perchè Minniti (Jun) allunga sullo strappo finale relegando Luciani (M4) ed Albiero (M1) alle piazze d’onore.
Al quarto posto si colloca Francesco Calandra che fa sua la categoria M2.
Ottavo assoluto è Jesus Robles che si aggiudica la categoria M3.
In attesa delle classifiche concorrenti ed accompagnatori hanno il tempo di rifocillarsi con un ottimo risotto agli asparagi, abilmente preparato dalle sapienti mani di Arnaldo Pozzati.
Le premiazioni vedono i vincitori di categoria omaggiati di un prosciutto crudo, un salame felino per i secondi ed una confezione di vino per i terzi classificati. Per tutti i piazzati un bottiglia di ottima Bonarda DOC piemontese.

Gallery
Allegati
  • Classifica finale apri