Notizie
  • Presentato il nuovo logo CSAIn ciclismo
  • Nuova assicurazione in collaborazione con Lloyd e Axa
  • Registro CONI: valida fino al 30 giugno l’iscrizione anche senza attività sportiva e didattica
  • Il Consiglio CSAIn approva le nomine dei Giudici Unici territoriali
  • Luigi Fortuna rieletto Presidente per il prossimo quadriennio
  • CSAIn entra nel Forum del Terzo Settore
  • E’ uscito il numero di settembre della rivista
  • Assegnati i titoli nazionali Cronoscalata 2022
  • A Dolianova è andata in scena la prima Cronoscalata a Coppie

A Macello (To) Fissore e Lentini sono le ruote più veloci

Condividi

       Cronaca “Seconda Prova Campionato Provinciale Strada”

 

                “Attenti a quei due (del Team Bike Pancalieri)”

 

Una giornata dal tempo pressoché estivo accoglieva un discreto numero di corridori convenuti nel bel paese di Macello (TO) per disputare la “Seconda Prova Campionato Provinciale Strada”.

Rimarchevole, per chi non sia solito procedere a testa bassa pestando unicamente sui pedali ed incurante delle bellezze lambite come dei bei panorami che il Piemonte sa offrire, il Castello di Macello, voluto da Filippo Principe d’Acaja nel XIII secolo (fonte Wikipedia) ed utilizzato oggi per riunioni conviviali.

E veniamo allo specifico delle due partenze che, di conviviale, per una prova detta agonistica, seppur amatoriale, di conviviale ovviamente avevano ben poco: difatti già al primo giro dei sei previsti in tre si portavano in avanscoperta, ben protetti dalle rispettive squadre: Boccardo (Team Poirinese), Fissore (Team Bike Pancalieri) e Marchetta (Aurantia).

A metà del terzo giro partiva una contro fuga in caccia dei tre avanguardisti, contro fuga a sua volta composta da una triade di corridori: Finotto (Team Bike Pancalieri), Cucco (Dotta Bike) e Long (Team Mente Corpo) nel mentre dietro di loro si assistevano a sparuti contro attacchi di altri atleti che non sortivano però alcun effetto.

Ciò consentiva ai primi tre di giungere all’arrivo pressoché “indisturbati” e disputare così una volata “ristretta” in cui a prevalere era il veloce Danilo Fissore, al suo primo successo stagionale, seguito da Boccardo e Marchetta. Poco dopo giungevano gli altri tre inseguitori, nell’ordine, Long, che aveva anticipato il Presidente del “Team Bike Pancalieri”, Finotto, e Cucco; poi ancora seguiva un consolidato duo del Team Bike Pancalieri, Carrozzino e Mostaccioli, che, nel frattempo, si erano avvantaggiati sul gruppo.

Un’altra coppia di corridori, Girardi (Aurantia) e Fagiano (Cusati Bike Racing Team) giungevano rispettivamente nono e decimo.

Analogo l’andamento della seconda partenza, quella riservata agli “over 50”, nel senso che, dopo una serie di scaramucce avvenute nel corso del primo giro, si ritrovavano in fuga in dodici: Lentini (Team Bike Pancalieri), Bausardo (Asnaghi MikeBau), Testai (Team Santysiak), Pignone (Team Bike Pancalieri), Giletta (Vigor Cycling Team), Bosticco (Ciclo Polonghera), Bonato (Team Santysiak), Fissore (Team Bike Pancalieri), Dall’Osto (Polisportiva Pessionese), Stocchino (Endura Team), Ragazzini (Asnaghi MikeBau) e Picco (Delu SC Mapei).

Gruppo troppo nutrito perché andasse di comune accordo e, difatti, vi erano stati due tentativi di avvantaggiarsi sui propri compagni di fuga, protagonisti dapprima Bausardo ed in seguito Bosticco, tentativi entrambi stroncati dalla vigilanza del “Team Santysiak” come del “Team Bike Pancalieri”.

Era solamente sul finire della corsa, quando mancava circa una tornata dell’intero percorso, che in due riuscivano a smarcarsi dal controllo del gruppetto. Essi erano Lentini e Bausardo che immediatamente trovavano accordo nel tirare in testa e non venivano perciò più ripresi fino al traguardo, una volta raggiunto il quale Lentini prevaleva su Bausardo.

Ormai giunto al traguardo il duo di testa, nel drappello degli originari fuggitivi si scatenava la bagarre per il podio: il primo a provare l’allungo era Stocchino, prontamente seguito, e saltato, da Pignone a sua volta superato dal sempre veloce Testai che prevaleva, nell’ordine, su Giletta, Bosticco, Bonato, Fissore, Dall’Osto, Stocchino, per citare, come si conviene, i primi dieci della classifica.

Esaurita la verve agonista, rimpiazzata dal consueto clima ilare e divertito che si instaura tipicamente nel dopo corsa, ci si ritrovava per le premiazioni ospitati presso una vasta zona coperta messa a disposizione dall’Amministrazione Comunale di Macello; a tal uopo ringraziamo il Sindaco, nella persona del Signor Enrico Scalerandi, come il Corpo dei Vigili Urbani, per l’accoglienza che ci hanno riservato.

Guido Ragazzini

 

Classifiche Macello 16 aprile

Classifica Campionato Provinciale Torino