Notizie
  • Presentato il nuovo logo CSAIn ciclismo
  • Nuova assicurazione in collaborazione con Lloyd e Axa
  • Registro CONI: valida fino al 30 giugno l’iscrizione anche senza attività sportiva e didattica
  • Il Consiglio CSAIn approva le nomine dei Giudici Unici territoriali
  • Luigi Fortuna rieletto Presidente per il prossimo quadriennio
  • CSAIn entra nel Forum del Terzo Settore
  • Record di partecipanti “Insieme sul Faudo”
  • In Liguria ritorna la terza edizione della la Csain Tourism Cup
  • Stars Cup: il circuito di cicloscalate piemontese apre anche il brevetto!

GT MEDIOFONDO IL GRANDE FINALE A LIVORNO FERRARIS.

Condividi

Servizio e immagini Fabrizio Gulmini.

 

Il successo del circuito di mediofondo GT Grantrofeo è prima ancora che nei numeri, nella formula che lo ha ispirato ossia unire nella stessa corsa, sia l’agonista che guarda al risultato cronometrico e l’amatore che ha come traguardo la sfida personale con se stesso. La classifica di giornata ha visto salire sul podio le prime tre società, Myg Cycling Team al primo posto, Funtos Bike Nrc al secondo ed al terzo Jolly Europrestige. Alla cerimonia erano presenti il consigliere nazionale Csain Elisa Zoggia, il Sindaco Franco Sandra e la Vice Sindaco Mara Bianchetti.

 

L’ultima tappa di Domenica 4 Giugno a Livorno Ferraris (Vc) è stato un autentico momento da incorniciare, vissuto con un entusiasmo vero e coinvolgente per tutti.

La giornata è iniziata con le operazioni di segreteria, mentre lo staff al completo ha accolto gli oltre duecento atleti/e iscritti alla corsa, ed ancora gli immancabili selfie, così come le riprese video delle tante squadre presenti.

 

Alle 9 in punto, Davide Morosino organizzatore del challenge, innesta la prima marcia dall’ammiraglia di inizio corsa ed inizia così il tratto non agonistico a velocità controllata, articolato nei primi trenta chilometri. Il tempo per guardarsi intorno c’è ma anche per concentrarsi su come affrontare la crono Terre d’Acqua con la salita della Serra da Bollengo. Km 6,36 per 343 metri di dislivello positivo, un percorso ideale come sesta ed ultima tappa.

 

Tutto facile in apparenza, ma la sorpresa è dietro l’angolo con la pioggia, seppure non abbondante, che inizia a scendere proprio poco prima dell’inizio della salita modificando le strategie dei più. I primi attacchi non sono mancati tra gli uomini e donne di classifiche ma come sempre in questi casi l’esperienza conta tanto.

A tagliare per primo il traguardo è stato Francesco Cambi della Polito Cycling, seguito dal suo compagno di squadra Giacomo Lambertoni, mentre al terzo posto Lorenzo Alladio del Team Cyling Center.

 

Nella categoria femminile i primi posti sono stati conquistati per le W1 da Linda Venturino, Jolen Van Uden W2 e Michela Gullino per le W3.

 

Successo per la Rodman Azimut con Cristian Cucinschi ELMT e Alessandro Ottino negli M3. I Sutalatur Bike Salassa conquistano la vittoria con Enrico Bertot negli M1. Doppietta per il Team Cycling Center con Lorenzo Alladio che vince la categoria M2 e Aldo Zanacchi negli M7. Doppietta anche per il GCS Livorno Ferraris, che conquista il primo gradino del podio negli M5 con Andrea Lo Conte e negli M6 con Enrico Peter tra gli M6. Dario Salvaderi e Franco Stroppiana vincono rispettivamente le categoria M4 ed M8. Pari merito nella categoria disabili per i due atleti Massimo Fontana della Rodman Azimut e Matteo Bollo GCS Livorno Ferraris, che ha pedalato su un tandem accompagnato dal fratello Federico.

 

L’ultimo atto di questa stagione è in programma Sabato 7 Ottobre sempre a Livorno Ferraris per la premiazione, questa volta assoluta, delle squadre ed atleti/e per le singole categorie. Durante la cerimonia sarà svelato l’atteso calendario GT Grantrofeo 2024.

Gallery