Notizie
  • Presentato il nuovo logo CSAIn ciclismo
  • Nuova assicurazione in collaborazione con Lloyd e Axa
  • Registro CONI: valida fino al 30 giugno l’iscrizione anche senza attività sportiva e didattica
  • Il Consiglio CSAIn approva le nomine dei Giudici Unici territoriali
  • Luigi Fortuna rieletto Presidente per il prossimo quadriennio
  • CSAIn entra nel Forum del Terzo Settore
  • A Valdilana(BI) incoronati i Campioni Piemontesi della Montagna 2024
  • Presentazione Campionato Piemontese della Montagna 2024
  • Ecco i nuovi Campioni Nazionali Granfondo Csain 2024

Il 13 e il 14 luglio torna la “7Summi7s’ 2024”

Condividi

Il 13 e il 14 luglio torna la “7Summi7s’ 2024, ovvero la Challenge Alpi Liguri con l’alpinista di Poggi Lorenzo Gariano che ha scalato le sette cime più alte del mondo. Un emozionante trekking sopra i 2000 metri sulle cime più alte delle Alpi Liguri con vedute spettacolari sul mare. “Un’impresa straordinaria per persone normali tra serata di benvenuto, pernottamento e due giorni di trekking sulle Alpi Liguri, annuncia Gariano.

L’idea nacque nell’ormai lontano 2009 quando proprio quell’anno riuscii a raggiungere il suo ambito obiettivo di scalare le 7 vette più alte per ogni Continente del nostro pianeta. Così, insieme a degli amici inglesi, che tanto amano ed apprezzano il nostro incredibile entroterra, aveva deciso di organizzare una versione per così dire “soft” e alla portata della gran parte dei partecipanti, di raggiungere le 7 vette delle nostre vicine Alpi Liguri, dove peraltro si contano le cime più elevate proprio nella nostra zona.

La prima edizione fu un grande successo se teniamo conto che praticamente nessun locale aveva un’idea in cosa il challenge consistesse. Parteciparono inglesi, irlandesi e tanti trekker della provincia di Imperia e fuori, perfino l’allora sindaco di Montegrosso Pian Latte. Quella fu la piattaforma di lancio, e con l’andare degli anni Gariano raffinò il percorso per poi includere l’iconico Pizzo di Ormea e Bric Conoia che non poteva non mancare all’appello come vette più alte. Si cambiò percorso ogni anno anche per garantire una freschezza ed innovazione per i partecipanti che seguirono fedelissimi edizione dopo edizione

“Inoltre – continua Gariano – cominciai ad organizzare sempre abbinato all’evento classico, una versione di corsa trail molto impegnativa che si completa in un solo giorno a differenza dei due standard. Anche una versione estrema invernale in autosufficienza adatta per pochi”.

Con oltre 42 km di percorso e quasi 4000m di dislivello positivo, il 7 summi7s dà una grande soddisfazione ai partecipanti dove Finisher assume veramente un prestigioso significato.Le 7 cime sono: Pizzo di Ormea, Bric Conoia, Mongioie, Marguareis, Cima Bertrand, Missun e Saccarello. Attualmente, il 7Summi7s’ classico di luglio ha due programmi, quello integrale di sempre, ed una mezza edizione, proprio come una mezza maratona. I partecipanti si riuniscono il venerdì sera al Rifugio Chionea, dove dopo la cena si fa il consueto briefing e controllo attrezzatura.

Sabato, primo giorno: partenza per il Pizzo di Ormea, Bric Conoia , Mongioie con arrivo alla Foresteria di Carnino o al Rifugio Mondovì – Don Barbera, a dipendere dal percorso scelto. Cena al Rifugio con serata musicale di un musicista local; domenica secondo giorno: Partenza per il Marguareis che a 2657 è la vetta più alta Alpi Liguri, se il tempo permette, ci accompagna il musicista per la cima, e si crea un’atmosfera emozionante con l’acustica di alta quota. Si prosegue poi per il Bertrand, Missun e completare il cerchio con il Saccarello, vetta più alta della Liguria. Il percorso termina al Rifugio La Terza, accanto al Monte Saccarello, dove si celebra il tutto con Buffet finale, T shirt tecnica di Finisher, certificato di merito, borsa con prodotti del territorio, vari gadget. Infine il minibus ci porterà al punto di partenza ad Ormea dove abbiamo lasciato i vari mezzi.

Grandi amicizie di lunga durata si sono sviluppate con il 7 Summi7s che grazie alla natura del challenge ed al suo spirito di convivialità e dello stare insieme ha permesso a tutti di conoscersi meglio. Persone che non andavano oltre alla camminata standard, grazie al challenge, si sono riscoperte, e molti ora si cimentano con gare più dure come gli ultra Trail ed ultra maratone.

Gallery