Notizie
  • Presentato il nuovo logo CSAIn ciclismo
  • Nuova assicurazione in collaborazione con Lloyd e Axa
  • Registro CONI: valida fino al 30 giugno l’iscrizione anche senza attività sportiva e didattica
  • Il Consiglio CSAIn approva le nomine dei Giudici Unici territoriali
  • Luigi Fortuna rieletto Presidente per il prossimo quadriennio
  • CSAIn entra nel Forum del Terzo Settore
  • Stars Cup: il circuito di cicloscalate piemontese apre anche il brevetto!
  • Giovedì 1 febbraio inizia il Bike To Origin
  • Svelato il calendario delle manifestazioni di Piemonte e Liguria

Incoronati a Borgo D’Ale i Campioni Nazionali di Ciclocross

Condividi

CAMPIONATO NAZIONALE CSAIn CICLOCROSS 2024

Servizio di Fabrizio Gulmini.

 

Sventola il tricolore sul tracciato di gara del Campionato Nazionale CSAIn Ciclocross che si è corso Domenica 21 Gennaio a Borgo d’Ale (Vc) con l’organizzazione del Team Pedale Pazzo.

 

Dieci i titoli in palio per le diverse categorie in gara che culmineranno con la conquista della maglia più ambita da indossare con orgoglio e soddisfazione.

 

Alle ore 11, con un vento leggero e temperatura di zero gradi è scattata la prima delle due gare in programma. Sullo sfondo il santuario della Madonna della Cella, intorno al quale si è sviluppato il tracciato di gara di due chilometri e duecento metri, che seppure con pochi tratti a piedi, ha impegnato non poco l’ottantina di atleti ed atlete che hanno partecipato.

 

La prima parte del percorso si è dimostrata veloce favorendo così il riscaldamento della gamba che di lì a qualche minuto sarebbe stata messa a dura prova da due fattori: la pendenza del “muro” da affrontare all’interno del bosco ed ovviamente anche la tenuta fisica sulla lunga distanza.

 

In luce si sono messi gli “scalatori” puri che senza mai mettere il piede a terra hanno dato prova di grande forza, ma altrettanto tenaci coloro che spingendo o mettendosi in spalla la bici, come vuole la tradizione ciclocrossistica, hanno raggiunto il punto più alto spronati dagli incoraggiamenti del pubblico presente.

 

Il bello del ciclocross sono anche gli ostacoli fissi saltati dai corridori a più riprese e capaci di aggiungere quel tocco magico alla gara, per di più dopo avere affrontato un tratto tecnico dove curve e controcurve sono state le protagoniste.

 

Sul traguardo ecco arrivare uno dopo l’altro, i neo campioni e campionesse nazionali

che festeggiano con il giusto entusiasmo questo importante risultato.

Insieme a loro, i protagonisti nelle diverse categorie che hanno dato vita ad una giornata di sport e di passione pura per il ciclocross.

 

Le premiazioni sino sono svolte alla presenza del consigliere nazionale CSAIn Elisa Zoggia, del Sindaco di Borgo d’Ale Pier Mauro Andorno e del Presidente del Team Pedale Pazzo Gianni Riconda.

Sul podio la consegna della maglie di campione nazionale, per le donne A ad Aurora Peruzzi, per le donne B Rosella Bazzarello, Junior Marco Berri, M2 Matteo Castaldi, M3 Riccardo Ornaghi, M4 Emiliano Paiato, M5 Bruno Dellerba, M6 Vittorio Mazza, M7 Roberto Viotti ed M8 Angelo Zago.

 

Nella classifica di società il Pedale Pazzo conquista la vittoria, davanti a Ciclo Polonghera al secondo posto, terzo il Velo Club Valsesia.

Gallery