Notizie
  • Presentato il nuovo logo CSAIn ciclismo
  • Nuova assicurazione in collaborazione con Lloyd e Axa
  • Registro CONI: valida fino al 30 giugno l’iscrizione anche senza attività sportiva e didattica
  • Il Consiglio CSAIn approva le nomine dei Giudici Unici territoriali
  • Luigi Fortuna rieletto Presidente per il prossimo quadriennio
  • CSAIn entra nel Forum del Terzo Settore
  • Marchetta e Testai sugli scudi a Givoletto (To)
  • RANDO BERICO EUGANEA… 200 CICLISTI TRA COLLI BERICI EUGANEI
  • Mediofondo Superga: una sfida epica tra Montanaro e la Basilica di Superga

La Mediofondo Monfrà: Un’avventura ciclistica tra i Paesaggi del Monferrato

Condividi

servizio di Fabrizio Gulmini

Casale Monferrato (Al) Domenica 17 Marzo è stata la cornice di un evento ciclistico che ha fatto battere forte il cuore degli appassionati delle due ruote: la seconda tappa del circuito di Mediofondo GT Gran Trofeo, ha visto in calendario la Mediofondo Monfrà.

Questa competizione ha portato atleti e appassionati ad immergersi nei paesaggi mozzafiato del Monferrato, sfidando se stessi su un percorso di 86 km con un dislivello di 1300 metri.

La partenza, con due minuti di anticipo è avvenuta alle ore 9.28 presso la sede della Distilleria Magnoberta, partner dell’evento per il secondo anno consecutivo.

L’atmosfera era carica di entusiasmo mentre i 140 atleti si preparavano a sfidare la strada e la loro resistenza.

Il Monferrato, con le sue colline ondulate e i vigneti a perdita d’occhio, ha fornito uno scenario perfetto per questa gara, dando la possibilità nel tratto di trasferimento di ammirare scorci panoramici unici che hanno reso la fatica della pedalata più dolce.

Il tratto cronometrato è stato il momento cruciale della competizione. Gli atleti hanno affrontato l’impegnativa salita di Km 3,8 con il cuore che batteva all’unisono con i loro pedali. L’intensità è aumentata sopratutto negli ultimi metri, quando la vetta sembrava così vicina eppure così lontana.

Ma non è stata solo la sfida sportiva a rendere speciale questa giornata.

Il ristoro posto nelle vicinanze dell’arrivo, ha accolto gli atleti ed atlete con il ricco buffet a base di frutta, sali e merendine, fornendo l’energia necessaria per affrontare il rientro ad andatura libera verso la Distilleria Magnoberta.

Qui, l’atteso “Riso party” ha deliziato i partecipanti con un risotto cremoso al cacio e pepe, preparato con maestria da Arnaldo Pozzati e dal suo staff.

La cerimonia di premiazione è stata un momento di vera festa con i vincitori assoluti, le società partecipanti e gli atleti di tutte le categorie.

Lorenzo Alladio (Sanetti Sport) è stato il veloce completando la salita in 8’09”, davanti a Michele Rezzani (Roadman Team) giunto secondo, mentre al terzo posto si è classificato Enrico Bertot (Sutalatur Bike Salassa).

Per le società vittoria della Roadman Team che precede Funtos Bike-Nrc e terzo il GCS Livorno Ferraris.

Nelle categorie i vincitori sono stati: W1 Silvia Milone (Sanetti Sport) W2 Sabrina De Marchi (Roadman Team) W3 Monica Coppo Velo Club Valsesia ELMT Emanuele Passoni (Rat Ride All Terrain) M1 Enrico Bertot (Sutalatur Bike Salassa) M2 Davide Lorè (Luciani Sport Team) M3 Lorenzo Alladio (Sanetti Sport) M4 Michele Rezzani (Roadman Team) M5 Mauro Salvaderi (Programma Auto) M6 Dario Monteferrario (Penta Bike Cycling Team) M7 Aldo Zanacchi (Team Cycling Center) M8 Dario Contessi (Team Bardy).

Il presidente ed ideatore del circuito, Davide Morosino, ha concluso la giornata con un ringraziamento appassionato, annunciando la terza tappa in programma per Domenica 7 Aprile con la Mediofondo Superga.

Ma c’è di più. Questo evento non è solo una competizione ciclistica, ma anche un’occasione per commemorare la squadra del Grande Torino del 1949. Per l’occasione la storica salita Sassi-Superga sarà il palcoscenico della prossima tappa, un omaggio ai leggendari calciatori in occasione del 75° anniversario dalla loro tragica scomparsa.

Gallery