Notizie
  • Presentato il nuovo logo CSAIn ciclismo
  • Nuova assicurazione in collaborazione con Lloyd e Axa
  • Registro CONI: valida fino al 30 giugno l’iscrizione anche senza attività sportiva e didattica
  • Il Consiglio CSAIn approva le nomine dei Giudici Unici territoriali
  • Luigi Fortuna rieletto Presidente per il prossimo quadriennio
  • CSAIn entra nel Forum del Terzo Settore
  • In onda la sintesi del Campionato Regionale Strada Piemonte
  • Video Premiazione del Campionato Regionale Piemontese Strada 2024
  • Campionato Nazionale MTB Csain a Sant’Agata Sui Due Golfi

RANDO BERICO EUGANEA… 200 CICLISTI TRA COLLI BERICI EUGANEI

Condividi

Domenica 7 aprile si è svolta a Rampazzo di Camisano Vicentino la Randonnée Berico-Euganea.

La manifestazione organizzata dall’ASD Cycling 3e60 Vicenza, si è svolta tra le province di Vicenza e Padova e ha visto la partecipazione di 200 ciclisti che hanno percorso i tre percorsi di 200-125 km su strada e 110 km su strade bianche in gravel.

Tante novità apprezzate dai ciclisti nell’edizione 2024. Oltre al percorso per lo più inedito, è stato allestito un controllo a sorpresa con relativo ristoro presso l’agriturismo Al Sagraro, oltre che una tappa colazione presso il casello di Barbano sulla Treviso Ostiglia in collaborazione con la FIAB Vicenza.

I percorsi hanno portato gli atleti a scoprire salite e angoli suggestivi dei colli Euganei e dei colli Berici, avendo come base di partenza e arrivo il Campo Sportivo di Rampazzo gestito dall’ASD Real Rampazzo.

All’arrivo lo staff ha offerto a tutti gli arrivati cicchetti e pasta offerta dal Ristorante “Dai Gelosi” di Quinto Vicentino.

Come da tradizione non manca il fine sociale dell’evento. I ciclisti che hanno partecipato con la loro iscrizione hanno potuto aiutare l’associazione Team for Children Vicenza.

Parte del ricavato, infatti, sarà devoluto a questa realtà di volontariato che collabora con la Direzione generale dell’Ulss 8 Berica e supporta i bambini di ogni età e con qualsiasi tipo di problematica, ricoverati presso l’ospedale San Bortolo di Vicenza, e le loro famiglie.

Gallery