Notizie

100 piazze per i 65 anni di CSAIn

Condividi

Un altro capitolo di sport confindustriale, impegno sociale e attività del tempo libero

La storia di CSAIn, (Centri Sportivi Aziendali e Industriali), è indubbiamente una storia affascinante ed ha capitoli per ben 65 anni. Fondato nel 1954, su iniziativa di Confindustria, CSAIn nel 1964, sotto la Presidenza di Romolo Giani, ha assunto definitivamente l’attuale acronimo mantenendo, di fondo, le stesse finalità sociali originarie, legate al mondo del lavoro. La sede è sempre quella storica: Via dell’Astronomia.

CSAIn, come Ente di Promozione Sportiva è affiliato al CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e al CIP (Comitato Italiano Paralimpico) ed ha convenzioni con le più importanti Federazioni Sportive Nazionali. CSAIn è anche Ente di Promozione Sociale riconosciuto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dal Ministero dell’Interno.

In generale le sue iniziative spaziano dalla promozione delle attività sportive a quelle culturali, assistenziali e ricreative del tempo libero.

CSAIn è protagonista del mondo del lavoro anche a livello europeo in quanto membro di EFCS (European Federation for Company Sport) e socio fondatore di WFCS, (World Federation for Company Sport). In Italia CSAIn è affiliato a Federturismo Confindustria. L’Ente è apartitico, non ha fini di lucro ed è presente sull’intero territorio nazionale con un’organizzazione capillare basata su Comitati regionali e provinciali, con un calendario quotidiano di attività sportive e culturali di altissima qualità.

A CSAIn si possono affiliare centri sportivi, i circoli aziendali, le ASD e SSD, le associazioni culturali e di tempo libero. Proprio pensando a loro, in occasione di questo 65° anniversario sarà dedicata sul finire di settembre “100 piazze di CSAIn”, una manifestazione promozionale dedicata soprattutto al nuovo tesseramento oltre che ad illustrare le caratteristiche sociali e sportive di CSAIn. Sarà un momento di comunicazione importante ma anche un giorno di festa, di colori, di emozioni che non deluderà quanti si avvicineranno al suo mondo.

Un mondo che ha un quotidiano di attività intenso anche per questo 2019.

CSAIn è più che mai sensibile e attento a quelle che sono le dinamiche sociali ed allora val la pena sottolineare il progetto “Le Pratiche dello Sport Sociale” con finanziamento del Ministero del lavoro Art. 72 D.Lgs. 03/07/2017 N. 117 avviso 01/2017 e il Progetto mirato “Lo sport amatoriale per integrare, socializzare ed educare”, finalizzato all’integrazione per superare attraverso lo sport tutte le barriere sociali, culturali, etniche, di appartenenza religiosa. Migliaia di atleti, tecnici e dirigenti sono impegnati in una moltitudine di attività dedicate allo scopo: eventi sportivi, convegni e corsi di formazione.

CSAIN dedica particolare attenzione alla formazione dei propri dirigenti e tecnici e di conseguenza di tutti i suoi affiliati, organizzando corsi specifici in ambito sportivo e associativo/amministrativo/tributario/legale. Si può parlare di una specie di Corporate University. A livello internazionale, in aggiunta alla tradizionale e normale attività sportiva nazionale, da sottolineare la partecipazione numerosa di società e atleti affiliati CSAIn alla 22^ edizione dei Campionati Europei dello Sport d’Impresa, un vero e proprio festival dello sport aziendale che si terrà sul finire di giugno a Salisburgo in Austria.

Per CSAIn, cultura e sport rappresentano un binomio indissolubile. La qualità delle sue proposte sono state e saranno sempre la migliore espressione per continuare ad essere credibile.

Questo pensa CSAIn, da sempre.

N.B. Testo uscito sul Sole 24 Ore del 3 maggio 2019

Gallery