Notizie
  • Giunta nazionale online 26 marzo 2024
  • Convenzione Accordo quadro 2024 SIAE-CSAIn a tariffe agevolate
  • La tradizione CSAIn al servizio dello sport e del tempo libero
  • PROGETTO “SPORT DI TUTTI – Quartieri”
  • Linee guida per l’organizzazione di eventi e competizioni sportive
  • Assago (MI) PADEL IN ROSA 1° Circuito Aziendale CSAIn Lombardia al femminile
  • Obbligo mascherine dal 1 maggio
  • Comunicato congiunto ASC – CSAIN – ENDAS – LIBERTAS – OPES – PGS
  • Varie sedi – Corsi di formazione IAA (Interventi Assistiti con gli Animali)
  • Lettera CSAIn al Presidente Mattarella
  • Roma – Rough Urban Contest
  • Telefono Verde Antidoping 
  • Sport di tutti per ASD e SSD
  • Deleghe al Governo e altre disposizioni in materia di ordinamento sportivo, di professioni sportive nonché di semplificazione
  • Roma Protocollo d’Intesa tra ANSMeS e CSAIn
  • Firmata la convenzione tra CSAIn e FIB
  • Molfetta (BA) Corso CSAIn di Capoeira
  • 4° WCSG Leon Mexico Campionati Mondiali dello Sport d’Impresa 2023
  • CSAIn polizza volontari con Chubb!
  • Comunicato stampa ASC – CSAIN – ENDAS – LIBERTAS – OPES – PGS
  • L’App di Sport e Salute
  • Perché è obbligatorio partecipare alle attività sportive e formative degli EPS riconosciuti dal CONI?
  • Acicastello (CT) 6° Edukarate International Cup CSAIn.”,
  • Abruzzo – 1° Campionato di calcio a 5 F “Nicola Malandra”
  • Gestione dei lavoratori sportivi attraverso il Registro Nazionale delle Attività Sportive Dilettantistiche
  • Firmata la nuova convenzione tra CSAIn e FIDAL
  • LA RIFORMA DELLO SPORT E’ LEGGE
  • CSAIn APS nazionale
  • Pont Saint Martin (AO) Stage di karate
  • Accordo CSAIn FITeL
  • Autorizzato il finanziamento per gli enti del Terzo settore a rilevanza nazionale
  • Roma – Autorizzazione E.N.A.C. alle operazioni con UAS di Aeromodellismo
  • Firenze – “Batti il 5…mila” campionato CSAIn
  • CSAIn incontra l’olimpionico Busà
  • SSD lucrative dal 1 gennaio 2018
  • Roma Stipulato accordo tra CSAIn e Arcieri confederati
  • Copertura assicurativa dei tesserati CSAIn per eventi motoristici
  • Principi fondamentali per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di abuso, violenza e discriminazione
  • Roma – Campionato di karate per Club
  • Mutui liquidità ICS
  • Assegnati i campionati nazionali CSAIn Ciclismo 2021
  • Continua purtroppo la strage dei ciclisti
  • Attività consentite con le nuove regole anti Covid-ultime disposizioni
  • Pubblicato il Bilancio Sociale CSAIn
  • Roma – CSAIn incontra il Ministro del Lavoro
  • Riforma dello Sport 2023 – Documenti utili per le ASD ed SSD
  • Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche – manuale utente aggiornato.
  • CSAIn si congratula con Andrea Abodi neo Ministro dello sport.
  • Nuova convenzione CSAIn – FIJLKAM
  • Eletto il nuovo presidente CSAIn Basilicata
  • A Giovanni Malagò, rieletto per il terzo mandato, i complimenti di tutto lo CSAIn
  • Contributi a fondo perduto per ASD e SSD
  • Corso istruttori 1° livello Tiro con l’Arco
  • Terni CLT SUMMER SPORT CAMPUS 2024
  • Il collegio di garanzia del Coni e l’attività commerciale delle ASD e SSD
  • Pessano con Bornago (MI) Torneo di bowling TAP 8 e TAP 9
  • Catania -“Children forever” Torneo mondiale giovanile di calcio balilla
  • Roma Firmata la convenzione FIT-CSAIn
  • Palermo Corso di bridge gratuito per ragazzi
  • Challenge AVIS-CSAIn 2022
  • Stipulata una convenzione tra l’ ENAIP e CSAIn
  • Catania – WCSG 19-23 giugno 2024
  • Webinar e slide: La riforma dello sport
  • CSAIn entra come socio in Confindustria Cisambiente
  • Fitness antiaging la novità in casa CSAIn
  • Luca Pancalli rieletto al CIP. Complimenti da tutto lo CSAIn
  • Proroga al 28 feb dei termini per l’inserimento dei dati a Registro CONI
  • Calcio balilla – Tour FICB al Giro d’Italia e Coppa Italia FICB
  • Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 14
  • Catania Campionato provinciale calcio giovanile
  • La tutela dei diritti dei minorenni nello sport
  • Catanzaro (loc. Giovino) 3° Aquathlon
  • Progetto CSAIn “Il cavallo..tra i banchi di scuola”
  • Forno di Zoldo (BL) 3^ Finale nazionale di pesca alla trota in torrente
  • 5 x mille a CSAIn
  • Cefalù (PA) BUDO SANS FRONTIERES International Summer Camp
  • PSICHE E CORONAVIRUS. QUALI IMPLICAZIONI?
  • FMSI – Ritorno all’attività sportiva agonistica di atleti positivi Covid guariti
  • CSAIn ricorda Eugenio Korwin
  • Sant’Agata li Battiati (CT) accordo di collaborazione tra Catania 2024 e il Comune
  • Disposizioni in materia di verifica delle certificazioni verdi (Green Pass) COVID-19
  • “SPORT DI TUTTI INclusione”
  • Metodo PASS selezioni provinciali e interprovinciali
  • Roma- Workshop di ginnastica
  • Abetone Cutigliano (PT) Campionato Nazionale CSAIn di Tiro con l’Arco 3D Outdoor 2024
  • CIP-CSAIn “Lo sport Paralimpico va a Scuola”
  • Formia (LT) Campionato nazionale CSAIn di surfcasting
  • Logo CSAIn ufficiale e modalità di utilizzo
  • Noto Marina (SR) Summer Camp di Ju-Jitsu CSAIn
  • CSAIn avvia il progetto “Le pratiche dello sport sociale”
  • Fossano (CN) Gara 40 Round arco 3D
  • Monza – Viva Fluo Run®
  • Mascalucia (CT) Siglato accordo tra Catania2024 e il Comune di Mascalucia
  • Sintesi procedure di prevenzione COVID19 in vigore dal 10 gen 22 e linee guida
  • Molfetta (BA) 13^ edizione Torneo “Juvenile” di calcio giovanile CSAIn
  • ECSG Salzburg 2019 – 22° Campionati Europei dello Sport d’Impresa
  • Venezia Partito il 1° circuito di tennis CSAIn
  • Registro Nazionale CONI delle ASD e SSD – effetti e finalità dell’iscrizione.
  • Progetto settore cinofilo CSAIn
  • Nasce l’IFC (Istituto di Formazione CSAIn)
  • Comunicato sulla mancata inclusione degli EPS
  • Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche
  • Nuova assicurazione in CSAIn. Accordo con UnipolSAI
  • Comunicato stampa CSAIn 31 marzo
  • Corsi CSAIn di aggiornamento professionale per formatori nello sport
  • Emergenza Covid FAQ aggiornate
  • Sant’Agata Li Battiati (CT) Budo Sans Frontieres spring camp
  • CSAIn ricorda Tito Stagno
  • CSAIn nel Forum del Terzo Settore
  • Le FAQ del Ministero sulla riforma del lavoro sportivo
  • Catania 2024 – Riunione dei coordinatori
  • Torino – Torneo “Una partita per vincere…”
  • Gli EPS uniti, denunciano una disparità di trattamento da parte del Governo
  • Le linee programmatiche per lo sport italiano del sottosegretario Valentina Vezzali
  • CSAIn Plus – Rubrica CSAIn in diretta streaming di informazione e di approfondimento
  • Lo sport entra nella Costituzione italiana
  • Convenzione CSAIn FIPSAS
  • Presentazione progetto CSAIn “Tornare a Vivere in libertà
  • Progetto S.O.S. – Sport & Opportunità di Salute
  • Linee guida e regolamento CSAIn per le Politiche di Safeguarding
  • Catanzaro Babbo running
  • Cosenza “L’accoglienza nello Sport”
  • Nuove linee guida e chiarimenti sul DL 26 nov 2021 n. 172
  • CSAIn nel futuro insieme
  • Basiglio (MI) PADEL IN ACTION COMPANIES CHALLENGE CSAIn 2024 – EDISON PLAY
  • TG CSAIn in onda ogni due giovedì
  • Nuova convenzione CSAIn – FCI
  • Progetto CSAIn “Community Hub e sport inclusivo”
  • Registro CONI asd/ssd – Le novità dal 1 gennaio 2018
  • Comunicato congiunto EPS 18 marzo 2021
  • Accordo CSAIn Repower
  • A Catania i Giochi Mondiali dello sport d’Impresa 2024
  • Barge (CN) Incontro di studio e confronto di Karate
  • Molfetta (BA) Women League CSAIn calcio a 7
  • Piattaforma CSAIn-Marsh soluzioni assicurative integrative
  • Firmato protocollo d’intesa tra ICS e CSAIn
  • Progetto “Lo sport come palestra di valori”
  • Sintesi del Decreto relativo al Lavoro Sportivo
  • Nuovo Bando per l’acquisizione di domande finalizzate all’assegnazione dei Voucher sport
  • Super green pass – cosa cambia
  • Nuovo decreto legge (23 dic) e nuove misure (30 dic)
  • Green Pass e Smart Working – Le nuove regole per lavorare
  • Contributo per il sostegno degli Enti del terzo settore
  • Convenzione CSAIn-FIDAL prorogata al 31 dic 2023
  • Idoneità all’attività sportiva agonistica in atleti non professionisti
  • Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere
  • Melicucco (RC) Pedalare per donare un respiro
  • Roma – Firmata la convenzione CSAIn-FISE 2022
  • Contributi a fondo perduto in favore delle società e associazioni sportive dilettantistiche
  • Zola Predosa (BO) Coppa Italia di danza hip-hop house e break dance
  • Gazzetta Ufficiale pubblicato il correttivo bis della Riforma dello Sport 
  • Nasce “Sport Point” sportello sul territorio per ASD e SSD
  • CONI Corso nazionale Tecnici di 4° livello
  • Coppa Italia Performer arti scenico sportive Metodo PASS
  • Linee guida per l’organizzazione di eventi e competizioni sportive
  • Milano Firmato l’accordo tra AVIS Lombardia e CSAIn Lombardia
  • Cosenza Campionato regionale di ginnastica artistica e ritmica
  • San Marco Argentano (CS) 1° Campionato regionale Calcio a 8
  • Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche
  • Delibera CONI 7 luglio 2021
  • Protocollo d’intesa tra CSAIn, Pro Kennex e CSAIn Events per il Pickleball
  • CSAIn Ente di Promozione Sportiva Paralimpica
  • San Lorenzo (IM) “Dal mare alle Alpi” cicloturismo
  • Energy Cup 2021 circuito CSAIn di nuoto in acque libere
  • Andalo (TN) 39° Trofeo CSAIn neve
  • Stipulata la nuova convenzione tra CSAIn E FISE
  • Dallo sport alla terapia: uniti per le malattie rare
  • San Salvo e Vasto (CH) Festa dell’amicizia nello sport
  • Milano Corso di Formazione e Aggiornamento Istruttori per il settore sportivo
  • Comunicato congiunto EPS: “Perché solo noi chiusi?
  • Nuovo decreto green pass: il testo in PDF in Gazzetta Ufficiale
  • Viterbo (Provincia) Tusciadi 2022
  • Sport Governo – Contributo a fondo perduto in favore delle ASD e SSD
  • Basiglio (MI) “Trofeo Italian Connection”
  • Contributo a fondo perduto per impianti natatori
  • Progetto Nuove Abitudini Sportive, contro la Sedentarietà dopo il Covid
  • Performer Italian Cup campionato online di arti performative
  • Luigi Fortuna eletto vicecoordinatore del Coordinamento nazionale EPS
  • Terzo settore: RUNTS al via il 23 novembre
  • Terni 2° CHALLENGE NAZIONALE DI PADEL PER LE AZIENDE CSAIn
  • Domanda di accesso al fondo ristoro per spese sanitarie e di sanificazione per ASD/SSD

Progetto settore cinofilo CSAIn

Condividi

NASCE IL PROGETTO SETTORE CINOFILO
PER FARE SQUADRA CON NUOVI COMPAGNI

Lo sport senza distinzioni di “razza”

La proposta del seguente progetto si colloca nella ravvisata necessità di promuovere un modello di fare sport relazionandosi tra cane e uomo (binomio), finalizzato alla sicurezza di entrambi e all’acquisizione di competenze che tengano conto del rispetto etologico del cane. Uno dei motivi principali per cui si ritiene sia necessario conoscere il cane  è che nel nostro contesto sociale esso è sempre più presente in molteplici attività, oltre che essere un inseparabile compagno. Il cane non è più da considerarsi solo come animale da compagnia, perché è molto di più. Sono innumerevoli le attività che i cani svolgono affiancando l’uomo. Proprio per l’importanza che questi amici a quattro zampe hanno all’interno della nostra cultura, è di primaria importanza creare una profonda conoscenza e sensibilizzazione. Il settore sportivo cinofilo ha come finalità quella di promuovere un modello educativo che dovrebbe iniziare fin dall’età prepuberale, al fine di permettere una giusta capacità relazionale con il cane nell’ambito delle attività sportive dell’uomo. Il settore deve essere guidato dal rispetto di un codice etico che avrà come elemento trainante la salute e il benessere sia emotivo che fisico del cane. Il raggiungimento di performance e risultati sarà sempre secondario alla comprensione e al rispetto delle necessità del cane.

Aree di intervento

Area sportiva:

In questo contesto si inseriscono tutte le attività ludiche e lavorative con finalità agonistico/sportive. In particolare attività quali: dog trekking, agility, IPO, obbedience, mondioring, mobility, freestyle, disc-dog, rally-O, ecc…. Tutte attività che saranno aperte Ad ogni tipologia di cani (senza distinzione di peso, razza, età, ecc…). L’area sportiva dovrà essere intesa come un momento ludico/motorio dedicato al benessere del binomio, dove la capacità di relazione e il rispetto delle diverse alterità sono in primo piano. L’accesso non dovrà essere discriminato dalle varie tipologie di razza e di età. Il settore sportivo dovrà anche comprendere il binomio cane-disabilità.

Area socio-educativa:

Scopo principale è quello di far conoscere fin dall’età prepuberale il cane come compagno di vita. Avrà il compito di promuovere modelli e competenze finalizzate al raggiungimento di una giusta relazione cane-essere umano. Agirà principalmente con progetti scolastici, attività divulgative/seminariali, progetti di socializzazione fra cani, fra uomo e cane e fra proprietari di cani e non. La sensibilizzazione al rapporto uomo animale si colloca come elemento educativo relazionale. L’elemento principe è la comunicazione, intesa come comprensione del linguaggio del cane di come noi comunichiamo con il cane. La promozione e la conoscenza del mondo cinofilo avverranno tramite la stesura di documenti da distribuire nelle scuole, campi solari, estate ragazzi, biblioteche ecc…, nonché durante attività divulgative e attività di aggregazione. Di notevole interesse è la possibilità di creare percorsi formativi all’interno delle scuole, in cui si insegnerà ai bambini-ragazzi a conoscere il cane, a capire quali sono le modalità corrette per avvicinarlo e come leggerne i comportamenti, tutto ciò anche al fine di evitare spiacevoli fatti sovente presenti nella cronaca, in cui si parla di aggressioni da parte di cani a bambini. Il settore educativo prenderà in considerazione lo sviluppo di competenze relazionali, sociali, di responsabilità nonché competenze legate alla comprensione del diverso. “Proviamo, ad esempio, a guardare l’animale come referente educativo, come fonte di messaggi per imparare a conoscere la diversità, come stimolo alla comunicazione, come evocatore di esperienze di studio e di gioco, come centro di interesse per percorsi transdisciplinari.” Vilma Baricalla- Animali ed ecologia.

Assistenza disabili e attività da lavoro:

Settore certamente non di punta ma sicuramente socialmente rilevante, lo sviluppo di attività per integrare le persone portatrici di disabilità temporanee o permanenti con l’aiuto dei cani. Da non confondere con la pet therapy, e con i cani da assistenza per non vedenti, il cane per assistenza disabili ha una funzione e una specializzazione dedicate. Elemento interessante è la possibilità di utilizzare tutte le tipologie di razze e strutturare programmi e attività specifiche. Si pone infatti l’obiettivo di educare all’assistenza il cane che già vive all’interno del nucleo famigliare della persona con disabilità, oppure di accompagnare la persona disabile nella scelta del futuro cane da adottare, sia da canile che cucciolo di razza, e in entrambi i casi di strutturare poi un piano formativo che permetta alla persona con disabilità di essere parte attiva nel progetto di educazione. Pertanto gli istruttori cinofili e le varie figure professionali che lavoreranno in questo settore, dovranno avere anche competenze in materia socio-sanitaria. In questo settore potranno essere inserite anche attività sportive per il binomio, da effettuarsi sia in indoor che in outdoor.

Area pet therapy:

Il cane da pet therapy e il suo conduttore si inseriscono in un contesto socio-sanitario in cui oltre alla tradizionale terapia medica, si è pensato di affiancare la così detta terapia dolce, basata sull’interazione tra uomo e animale. Nello specifico il cane che lavorerà in questo campo dovrà aver conseguito una certificazione da parte di un medico veterinario che lo abiliti alle attività da svolgere, e il conduttore dovrà necessariamente avere conoscenze e competenze in materia socio-sanitaria. La pet therapy si propone di migliorare lo stato emotivo degli utenti, di creare una relazione con le strutture in cui verranno svolti gli interventi al fine di migliorare la qualità della vita delle persone che usufruiranno di questo servizio. Questo servizio potrà essere svolto in vari contesti: case di riposo, istituti psichiatrici, reparti ospedalieri, centri per disabili, istituti correttivi minorili, istituti di pena carcerari, ecc ….

Intervento

Per le finalità sopra elencate il CSAIn ha la necessità di strutturare in ambito Nazionale tutto il Settore Cinofilo e a tale scopo il Comitato Regionale si propone per la realizzazione di tale progetto affiancandosi all’ASD SIUC nella gestione e formazione completa del citato settore fornendo al CSAIn tutti i regolamenti necessari anche delle varie discipline sportive cinofile, costituendo la Commissione Tecnica Nazionale, provvedendo alla affiliazione di ASD specifiche, impegnandosi nella Formazione Professionale di tutte le figure specifiche, supportando tutte le iniziative che rientreranno nel settore, formando e strutturando tutti i responsabili del settore. ecc. In pratica lo scrivente Comitato Regionale si propone come gestore dell’intero progetto relazionandosi con i vari Organismi Nazionali e con la Presidenza Nazionale.

Obbiettivi

L’obbiettivo principale è quello di avviare anche in CSAIn il Settore Sportivo Cinofilo rendendosi ancor più protagonisti della diffusione sportiva e sociale legata a questo ambito sportivo in forte crescita. Lo scrivente Comitato Regionale avrà anche come ulteriore obbiettivo quello di realizzare entro il prossimo anno 2019 quanto descritto nel progetto e nei vari regolamenti allegati che ne costituiscono parte integrante, con la convinzione che in brevissimo tempo diverse realtà associative richiederanno al CSAIn nuove affiliazioni. Da subito si prevede l’apertura di nuove realtà affiliate in 4 regioni d’Italia per poi radicarsi su tutto il territorio Nazionale.

IN ALLEGATO:
REGOLAMENTO CENTRI CINOFILI
ACCREDITAMENTO CAMPI CSAIN
DOMANDA OMOLOGAZIONE
DOMANDA ADDESTRATORE
REGOLAMENTO FORMAZIONE FIGURE PROFESSIONALI

 

Allegati
  • REGOLAMENTO CENTRI CINOFILI apri
  • ACCREDITAMENTO CAMPI CSAIN apri
  • DOMANDA OMOLOGAZIONE apri
  • DOMANDA ADDESTRATORE apri
  • REGOLAMENTO FORMAZIONE FIGURE PROF apri