Notizie
  • 29 e 30 settembre 2022 riunione Quadri CSAIn a Roma
  • Presentati 5 progetti CSAIn di attività per il futuro
  • Accordo CSAIn Repower
  • CSAIn ricorda Tito Stagno
  • Ragalna (CT) Festival dello sport CSAIn Sicilia
  • Nuove linee guida e chiarimenti sul DL 26 nov 2021 n. 172
  • CSAIn polizza volontari con Chubb!
  • Roma – Campionato di karate per Club
  • Nuova convenzione CSAIn – FIJLKAM
  • Luca Pancalli rieletto al CIP. Complimenti da tutto lo CSAIn
  • Progetto Nuove Abitudini Sportive, contro la Sedentarietà dopo il Covid
  • Obbligo mascherine dal 1 maggio
  • Emergenza Covid FAQ aggiornate
  • CSAIn avvia il progetto “Le pratiche dello sport sociale”
  • Nuovo Bando per l’acquisizione di domande finalizzate all’assegnazione dei Voucher sport
  • Luigi Fortuna eletto vicecoordinatore del Coordinamento nazionale EPS
  • Formia (LT) Campionato nazionale CSAIn di surfcasting
  • Viterbo (Provincia) Tusciadi 2022
  • Varie sedi – Corsi di formazione IAA (Interventi Assistiti con gli Animali)
  • Contributo a fondo perduto per impianti natatori
  • Acicastello (CT) 6° Edukarate International Cup CSAIn.”,
  • Cuggiono (MI) Nazionale CSAIn Outdoor IBO tiro con l’arco
  • Terzo settore: RUNTS al via il 23 novembre
  • Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche
  • Deleghe al Governo e altre disposizioni in materia di ordinamento sportivo, di professioni sportive nonché di semplificazione
  • ECSG Salzburg 2019 – 22° Campionati Europei dello Sport d’Impresa
  • Assegnati i campionati nazionali CSAIn Ciclismo 2021
  • CSAIn incontra l’olimpionico Busà
  • 5 x mille a CSAIn
  • Logo CSAIn ufficiale e modalità di utilizzo
  • Paola (CS) 1° torneo città di Paola di badminton
  • A Catania i Giochi Mondiali dello sport d’Impresa 2024
  • Stipulata una convenzione tra l’ ENAIP e CSAIn
  • Roma – CSAIn incontra il Ministro del Lavoro
  • Comunicato stampa ASC – CSAIN – ENDAS – LIBERTAS – OPES – PGS
  • Catanzaro Babbo running
  • Melicucco (RC) Pedalare per donare un respiro
  • Linee guida per l’organizzazione di eventi e competizioni sportive
  • Tortolì (NU) “ 2° Mediterranean Karate Grand Prix 2022”
  • Registro CONI asd/ssd – Le novità dal 1 gennaio 2018
  • Contributi a fondo perduto per ASD e SSD
  • Cosenza “L’accoglienza nello Sport”
  • Eletto il nuovo presidente CSAIn Basilicata
  • Minorca (Spagna) World Padel Stage
  • Arzachena (OT) 17^ Lega serie A e 27° Open d’Italia di calciobalilla
  • Pubblicato il Bilancio Sociale CSAIn
  • Comunicato congiunto EPS: “Perché solo noi chiusi?
  • Seminario sul ruolo del giudice di gara negli eventi sportivi
  • CSAIn Ente di Promozione Sportiva Paralimpica
  • Copertura assicurativa dei tesserati CSAIn per eventi motoristici
  • Corsi CSAIn di aggiornamento professionale per formatori nello sport
  • Energy Cup 2021 circuito CSAIn di nuoto in acque libere
  • Torino – Torneo “Una partita per vincere…”
  • Idoneità all’attività sportiva agonistica in atleti non professionisti
  • Registro Nazionale CONI delle ASD e SSD – effetti e finalità dell’iscrizione.
  • Basiglio (MI) “Trofeo Italian Connection”
  • Messina – Campionato regionale Kickboxing CSAIn
  • Coppa Italia Performer arti scenico sportive Metodo PASS
  • Venezia Partito il 1° circuito di tennis CSAIn
  • Castiglione Olona (VA) “100 all’ora” maratona solidale di spinning
  • Comunicato stampa CSAIn 31 marzo
  • Progetto CSAIn “Community Hub e sport inclusivo”
  • Roma – Firmata la convenzione CSAIn-FISE 2022
  • Green Pass e Smart Working – Le nuove regole per lavorare
  • CSAIn nel Forum del Terzo Settore
  • Forno di Zoldo (BL) 3^ Finale nazionale di pesca alla trota in torrente
  • Milano Corso di Formazione e Aggiornamento Istruttori per il settore sportivo
  • Linee guida per l’organizzazione di eventi e competizioni sportive
  • Milano Firmato l’accordo tra AVIS Lombardia e CSAIn Lombardia
  • Nasce l’IFC (Istituto di Formazione CSAIn)
  • CIP-CSAIn “Lo sport Paralimpico va a Scuola”
  • Abruzzo – 1° Campionato di calcio a 5 F “Nicola Malandra”
  • Sport di tutti per ASD e SSD
  • L’App di Sport e Salute
  • Le linee programmatiche per lo sport italiano del sottosegretario Valentina Vezzali
  • Disposizioni in materia di verifica delle certificazioni verdi (Green Pass) COVID-19
  • “SPORT DI TUTTI INclusione”
  • Roma Stipulato accordo tra CSAIn e Arcieri confederati
  • Concorso nazionale CSAIn di cinematografia sportiva VENTIperVENTIDUE 2^ edizione
  • Convenzione CSAIn FIPSAS
  • Nasce “Sport Point” sportello sul territorio per ASD e SSD
  • Roma- Workshop di ginnastica
  • Comunicato congiunto EPS 18 marzo 2021
  • Mutui liquidità ICS
  • Catania Campionato provinciale calcio giovanile
  • Corso istruttori 1° livello Tiro con l’Arco
  • CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER ASD/SSD
  • Molfetta (BA) Corso CSAIn di Capoeira
  • Palermo Corso di bridge gratuito per ragazzi
  • PROGETTO “SPORT DI TUTTI – Quartieri”
  • FMSI – Ritorno all’attività sportiva agonistica di atleti positivi Covid guariti
  • Autorizzato il finanziamento per gli enti del Terzo settore a rilevanza nazionale
  • San Salvo e Vasto (CH) Festa dell’amicizia nello sport
  • Progetto CSAIn “Il cavallo..tra i banchi di scuola”
  • L’Asd Le Cerque lancia il Protocollo Equi-Covid19 per una “convivenza sicura”
  • Firmata la nuova convenzione tra CSAIn e FIDAL
  • Catanzaro (loc. Giovino) 3° Aquathlon
  • Super green pass – cosa cambia
  • CSAIn Plus – Rubrica CSAIn in diretta streaming di informazione e di approfondimento
  • Firmata la convenzione tra CSAIn e FIB
  • Verona Scuola di ballo cerca insegnanti
  • Il collegio di garanzia del Coni e l’attività commerciale delle ASD e SSD
  • Comunicato sulla mancata inclusione degli EPS
  • Delibera CONI 7 luglio 2021
  • SSD lucrative dal 1 gennaio 2018
  • Sintesi procedure di prevenzione COVID19 in vigore dal 10 gen 22 e linee guida
  • CSAIn nel futuro insieme
  • CONI Corso nazionale Tecnici di 4° livello
  • Zola Predosa (BO) Coppa Italia di danza hip-hop house e break dance
  • Accordo CSAIn FITeL
  • Linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere
  • Ragalna (CT) 2^ fase Formazione Ju-Jitsu CSAIn
  • Assago (MI) 4^ edizione Companies Challenge 2022
  • San Marco Argentano (CS) 1° Campionato regionale Calcio a 8
  • Performer Italian Cup campionato online di arti performative
  • Telefono Verde Antidoping 
  • Stipulata la nuova convenzione tra CSAIn E FISE
  • Dallo sport alla terapia: uniti per le malattie rare
  • Sport Governo – Contributo a fondo perduto in favore delle ASD e SSD
  • Barge (CN) Incontro di studio e confronto di Karate
  • Nuovo decreto green pass: il testo in PDF in Gazzetta Ufficiale
  • Progetto settore cinofilo CSAIn
  • Contributo per il sostegno degli Enti del terzo settore
  • Challenge AVIS-CSAIn 2022
  • 4° WCSG Leon Mexico Campionati Mondiali dello Sport d’Impresa 2023
  • CSAIn ricorda Eugenio Korwin
  • Molfetta (BA) 13^ edizione Torneo “Juvenile” di calcio giovanile CSAIn
  • Lettera CSAIn al Presidente Mattarella
  • Bordeaux (Francia) 24° European Company Sport Games 2023
  • Attività consentite con le nuove regole anti Covid-ultime disposizioni
  • Roma Firmata la convenzione FIT-CSAIn
  • Cagliari – Sportello psicologico CSAIn
  • Comunicato congiunto ASC – CSAIN – ENDAS – LIBERTAS – OPES – PGS
  • La tradizione CSAIn al servizio dello sport e del tempo libero
  • CSAIn entra come socio in Confindustria Cisambiente
  • Gli EPS uniti, denunciano una disparità di trattamento da parte del Governo
  • Noto Marina (SR) Summer Camp di Ju-Jitsu CSAIn
  • LA RIFORMA DELLO SPORT E’ LEGGE
  • Potenza – Convegno “A che punto è la RIFORMA DELLO SPORT?
  • Roma Protocollo d’Intesa tra ANSMeS e CSAIn
  • Roma – Autunno in danza Concorso nazionale di Danza
  • PSICHE E CORONAVIRUS. QUALI IMPLICAZIONI?
  • Pessano con Bornago (MI) Torneo di bowling TAP 8 e TAP 9
  • Firmato protocollo d’intesa tra ICS e CSAIn
  • Fitness antiaging la novità in casa CSAIn
  • Perché è obbligatorio partecipare alle attività sportive e formative degli EPS riconosciuti dal CONI?
  • A Giovanni Malagò, rieletto per il terzo mandato, i complimenti di tutto lo CSAIn
  • Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 14
  • Catania -“Children forever” Torneo mondiale giovanile di calcio balilla
  • Nuovo decreto legge (23 dic) e nuove misure (30 dic)
  • Ponte di Legno (BS) Indoor 3D CSAIn IBO 2022
  • Nuova convenzione CSAIn – FCI
  • Andalo (TN) 39° Trofeo CSAIn neve
  • Pont Saint Martin (AO) Stage di karate
  • TG CSAIn in onda ogni due giovedì

Catania – Progetto: Lo Sport una meravigliosa palestra di valori

Condividi

Lo Sport una meravigliosa palestra di valori

Mercoledì 09 Febbraio 2022 alle ore 10:30 presso l’Alberghiero di Catania IPSSEOA Karol Wojtyla, in Via G.Battista De La Salle,12, si è svolta la presentazione del progetto “Lo Sport una meravigliosa palestra di valori” Alcune foto allegate e qui il video di “Catania Live” https://www.facebook.com/watch?v=3108965412650816

Presenti il Magnifico Rettore dell’Università di Catania, la Preside dell’istituto Alberghiero, i responsabili della Scuola dello Sport e Dipartimento di ricerche motorie, il Presidente CSAIn Luigi Fortuna e il Vicepresidente vicario Salvatore Bartolo Spinella

Il progetto si propone come obiettivo la realizzazione di iniziative volte a favorire l’ampliamento dell’offerta formativa attraverso la promozione dell’attività motoria e sportiva, la sensibilizzazione e la promozione dello sport come valore culturale per realizzare ed incoraggiare opportunità di inclusione sociale per la popolazione scolastica ordinaria e per i frequentanti i corsi serali ed i corsi del CPIA. Il progetto da realizzare nell’anno scolastico 2021-2022 sarà strutturato in azioni che saranno organizzate in modo sequenziale e integrato per raggiungere gli obiettivi specifici quali: – Analizzare le modalità di offrire e gestire le attività;

  • Migliorare le competenze professionali dei facilitatori volontari  e del corpo docente  per realizzare  le azioni  in sicurezza;
  • Programmare, organizzare e gestire attività sportive realizzando anche eventi sportivi con una partecipazione attiva dei ragazzi coinvolti dalle azioni del progetto
  • Disseminare sul territorio i risultati del progetto con l’obiettivo di assicurarne la continuità nel tempi anche attraverso la ricerca di autonome future entrate finanziarie.

Ciascun obiettivo specifico sarà oggetto di valutazione e di monitoraggio.

Il progetto si colloca nell’ambito tematico: Adozione delle “Pause Attive”, di percorsi “Pedibus” e “Bicibus” per migliorare il benessere psicofisico, ridurre i rischi legati alla sedentarietà e incentivare sani stili di vita attraverso l’attività motoria. Lo sport in qualunque forma si pratica è un esercizio fondamentale che ha una grande importanza morale perché contribuisce allo sviluppo etico e perché arricchisce e in alcuni casi corregge la personalità: è un momento di socialità, che fa apprezzare lo stare insieme agli altri, condividere emozioni e affrontare paure e angosce. Lo sport, dopo la famiglia e la scuola è il terzo pilastro che accompagna le persone nella crescita fisica, psichica e sociale: i ragazzi che riescono a praticare regolarmente attività fisica o sport acquisiscono una maggior fiducia ed autostima verso se stessi di quelli che non riescono a praticare nessuna forma di sport. Lo sport aiuta ad eliminare tutte le forme di stress o depressione, aiuta i ragazzi a divagarsi e a raggiungere una spensieratezza che è un fattore assai importante per la loro crescita e per gli adolescenti un veicolo fondamentale per superare le diverse forme di discriminazione sociali. Il progetto sarà realizzato attraverso tre azioni:

AZIONE I: LE PAUSE ATTIVE

AZIONE II: Il PIEDIBUS,

AZIONE III: ll BICIBUS

AZIONE I: Le PAUSE ATTIVE
Le pause attive quali  tempi (di pausa) che danno ritmo alle giornate scolastiche, nelle quali le attività e i giochi degli studenti, siano essi giochi con la palla, o giochi da tavolo, (scacchi) o attività tecniche (mini calcio balilla)  o intense conversazioni, partiranno da loro iniziative e decisioni, sostenuti, incoraggiati e assistiti da pedagogisti, istruttori sportivie/o anche genitori che parteciperanno attivamente.  L’azione si svolgerà in almeno 60 classi dell’istituto per circa 1.500 ragazzi.  I materiali e le attrezzature saranno forniti dal progetto.

Per l’organizzazione delle PAUSE ATTIVE si terranno presenti tre presupposti fondamentali:

  1. la natura e i bisogni dei ragazzi.
  2. le possibilità presenti nel luogo scolastico per bambini e ragazzi di diventare attivi.
  3. la competenza (che non dipende dalla materia!) del personale assistente.

Le PAUSE ATTIVE dovranno:

  • contribuire alla tranquillità dei giorni di scuola e del clima scolastico
    • diminuire il rischio e la frequenza di incidenti, anche aiutando a liberare la forza di autoorganizzazione dei giovani
  • influenzare positivamente il rendimento favorendo l’armonia degli studenti;
    • rafforzare l’aggregazione e la comunicazione tra studenti, insegnanti e genitori
    • dare spazio alla natura, alla creatività, alla fantasia, alla curiosità e alla spontaneità dei giovani e garantire senza rigidi e predisposti traguardi di studio un generale sviluppo per studenti, insegnanti e genitori.

AZIONE II: Il PIEDIBUS
Il Piedibus quale autobus che va a piedi formando delle carovane di studenti che vanno a scuola in gruppo, accompagnati da due adulti, un “autista” davanti e un “controllore” che chiude la fila. Il Piedibus, sarà un vero autobus di linea, che partirà da un capolinea e seguendo un percorso stabilito raccoglierà passeggeri alle “fermate” predisposte lungo il percorso predisposto, rispettando l’orario prefissato. Il Piedibus viaggerà col sole e con la pioggia e ciascun componente del gruppo indosserà un gilet rifrangente. Il Piedibus  per far crescere nei ragazzi la possibilità di fare esperienze autonome, far crescere l’autostima, per contribuire ad un sano equilibrio psicologico  ed evitare il congestionamento del traffico provocato dalle automobili all’entrata e all’uscita delle scuole: la promozione dell’andare a scuola a piedi è un modo per rendere la città più vivibile, meno inquinata e pericolosa. Iniziare a cambiare le nostre abitudini e stili di vita anche andando a scuola a piedi può aiutare i bambini a muoversi un po’ di più evitando così pigrizia e sovrappeso

AZIONE III: ll BiciBus
Quale modo sostenibile per andare a scuola, sarà un “autobus a due ruote” formato da un gruppo di scolari in bicicletta che andranno e torneranno da scuola accompagnati dai volontari, lungo percorsi prestabiliti e messi in sicurezza. Come per le linee dei veri autobus, i percorsi del BiciBus avranno un capolinea e delle fermate intermedie, individuate con cartelli che riporteranno gli orari di partenza e passaggio nell’andata e nel ritorno da scuola. Per aumentare la visibilità e la sicurezza tutti i ragazzi indosseranno un casco ed una pettorina colorata e catarifrangente, come pure gli accompagnatori. I ragazzi coinvolti saranno almeno 100. Le biciclette e le attrezzature saranno fornite dal progetto.

 

Seguici su:

Facebook, Instagram, Youtube

 

 

 

 

 

Gallery